Pranzo e Cenone di Natale a Napoli

Il Natale napoletano è caratterizzato oltre che dal presepe, dal gioco della tombola, dalle novene dei zampognari e dal “Natale in casa Cupiello” inevitabilmente anche dal menu natalizio che nelle famiglie più legate alla tradizione è un rito irrinunciabile.

Sia il cenone della Vigilia che il pranzo di Natale assumono dei caratteri ben definiti, il primo dominato dal pesce, il secondo dalle verdure e la carne.

Entrambi i menù sono comunque completati dai dolci natalizi, i cui colori e profumi accompagnano tutte le feste natalizie della famiglia napoletana.

Cenone della Vigilia (24 Dicembre)

– Spaghetti con le vongole (o lupini)
– Baccalà e capitone fritto
– Insalata di rinforzo e broccoli al limone

Pranzo di Natale (25 Dicembre)

– Minestra maritata
– Gallina al brodo
– Insalata di rinforzo e broccoli al limone

Dolci di Natale (per tutte le festività natalizie)

– Struffoli
– Roccocò
– Mustaccioli
– Susamielli
– Pasta di mandorle

Per completezza va aggiunto che in molte famiglie si è soliti mangiare il giorno della Vigilia anche del pesce fresco (spigola o orata olio e limone spesso al posto del capitone, non gradito da molti), mentre a Natale si possono trovare anche dei maccheroni conditi col ragù napoletano (serviti subito dopo la minestra) ed ovviamente carne al ragù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *